A quando la fine del mondo?
Postato 11 dicembre 2006
La questione della fine del calcolo del tempo dei Maya non è una profezia; i Maya non hanno mai inteso profetizzare nulla.
Il loro era calendario, come tale, è basato sull’astronomia, solo che il loro termina il 21 dicembre 2012.

Il 21 dicembre 2012 si avrà un nuovo tipo di calcolo del tempo: perché?


Un calendario è un sistema di misura del tempo che si basa su un calcolo eseguito sul movimento dei corpi celesti: tutti sappiamo che un anno viene calcolato a causa del giro (rivoluzione) che la Terra effettua intorno al sole in circa 365 giorni.

Per i Maya il principale scopo del calendario non era quello di stabilire con precisione le date degli avvenimenti, bensì era lo strumento per raccordare le azioni degli uomini e dei capi Maya con tutto il movimento dell'universo: le loro azioni dovevano essere allineate all'equilibrio universale; le decisioni dei Re dovevano essere concordanti con i ritmi cosmici.

Il calendario Maya fu elaborato dai loro sacerdoti che erano anche astronomi, filosofi e scienziati; questo calendario è di una precisione inverosimile: figurarsi che l'eclissi solare dell'11 agosto 1999 si è verificata con 33 secondi di ritardo rispetto al tempo previsto dai Maya, previsione fatta circa 3.000 anni fa.

Il calendario così come oggi ci è pervenuto, a detta degli esperti, non venne originato dai Maya che ne divennero i custodi, bensì si pensa che furono i Toltechi a farlo, un popolo che veniva dal nord delle americhe anche se non si sa di preciso da dove e che forse avevano conosciuto a loro volta altre civiltà!
Se il calendario si basa su un calcolo astronomico, ecco che, ad esempio, se andiamo a togliere il sole, l’anno non possiamo più calcolarlo. Così vale se perdiamo ogni riferimento per mezzo del quale eseguivamo il calcolo.

I Maya, attenti studiosi dei cieli, sapevano che “qualcosa “ nel cielo sarebbe cambiato e che quindi non sarebbe più stato possibile, dal 2013, continuare a calcolare il tempo secondo il metodo usato da loro e che attualmente è ancora usato: cambiavano i riferimenti.

Passiamo ora alle profezie: vi sono decine o forse centinaia di profezie che riferiscono di una fine del mondo che dovrebbe avvenire “di questi tempi”. Qui non vogliamo entrare in argomenti allarmistici, bensì si intende solo capire che cos’è il calendario Maya e perché molte profezie sono ad esso allineate.

Viene riferito da alcune fonti che la frequenza del pianeta Terra sta aumentando; in effetti, ciò è vero, ma c’è un ma. La frequenza sta aumentando non perché il pianeta Terra è immerso in un campo con una frequenza più alta, ma in quanto sta aumentando l’energia. Secondo la costante di Planck, energia e frequenza sono tra loro indissolubilmente collegate, per cui quando aumenta l’energia deve aumentare la frequenza. Ma come, o meglio perché, l’energia sta aumentando?

Il vero problema è che il calendario Maya prevede che il sistema solare nel 2012 si va a trovare in una posizione per la quale gli effetti dei campi gravitazionali sul pianeta Terra AUMENTANO e di conseguenza vi sarà un aumento di frequenza. L’aumento di frequenza, per i più esperti, è misurabile sulla cavità Schumann, una particolare area della nostra atmosfera.

Quando un individuo è padrone di regni di pensiero elevati, esso “vibra” a frequenza più alta; viceversa, se un individuo è molto immerso nella sua personalità, vibra ad una frequenza più bassa.

La domanda da porci è: se un individuo non è pronto, cosa gli provoca un aumento di frequenza?

Queste sono solo alcune manifestazioni: 
- si avrà l'impressione che il tempo scorra più velocemente: un giorno di 24 ore apparirà come un giorno della durata di circa 16 ore
- aumento dei casi di pazzia

A questo punto dovrebbe essere facile trarre conclusioni: un nuovo tipo di posizionamento del pianeta Terra o del nostro Sistema Solare o della nostra galassia rispetto ad altri riferimenti, può arrecare al nostro pianeta una influenza gravitazionale fortissima; in questo caso, il pianeta Terra non può far altro che trasformare questa forza gravitazionale in vibrazione o calore.  

I cataclismi che caratterizzarono la fine delle Ere Maya furono causati da una inversione del campo magnetico terrestre, dovuto ad una forte energia gravitazionale la quale faceva ruotare il cuore liquido di ferro-nickel che si trova nel centro del nostro pianeta provocando una inversione del polo magnetico ed uno spostamento dell’asse del pianeta.

Lo spostamento dell’asse, tra l'altro, cambierebbe il clima in ogni luogo.  
Ma torniamo a noi.
La vita fa il tifo per la vita. Se veramente qualcosa sta per accadere dovremmo chiederci perché avremmo scelto un pianeta che rischierebbe di farci saltare per aria?!

In effetti qualsiasi cosa ha un inizio ed una fine. Prima che noi scegliessimo di indossare un corpo di carne e stiamo parlando di qualche trilione di anni fa, sapevano quando la Terra avrebbe terminato il proprio ciclo e per questo scegliemmo di giungere qui, certi che “ce l’avremmo fatta!”. Però, durante questa esperienza umana, avvenne qualcosa che ha prolungato la nostra permanenza qui sulla terra.

È per questo motivo che saremmo andati fuori-tempo rispetto al ciclo di esistenza della Terra.
Qui non c’è alcun problema di bene o di male, né quindi di punizione o di condanna; si tratta di un semplice evento naturale.

Gli Oracoli Sibillini sono testi apocrifi giudaico/ellenici del II° secolo d.C. in cui si ampliano le profezie bibliche dell'Apocalisse. In un passo è detto: " i giusti saranno sollevati nell'aria sopra una nube di luce e verranno con me, pieni di gioia, nel cielo...".

Pur non associandomi ne smentendo ciò che sto per riportare, dico che molte opinioni identificano questa nube di luce in navicelle spaziali che tireranno su (taken) coloro che avranno dedicato la propria vita al proprio essere.


Masolino da Panicale - Miracolo della neve - circa 1428
"Fondazione della chiesa di Santa Maria Maggiore a Roma
(Museo e Gallerie Nazionali di Capodimonte, Napoli)

Ricordiamo che, se veramente dovesse accadere qualcosa di tragico, non esisterebbe strumento umano per cautelarsi, ma solo una dedicazione della propria vita al proprio essere sarebbe l’unica carta vincente per essere “prelevati”. Le bugie hanno le gambe corte e prima o poi la verità viene a galla.

Ciò che si consiglia sempre e comunque, è una vera conversione etica.

Arcangelo Miranda




© copyright 2006 Arcangelo Miranda – è consentita la pubblicazione con l’obbligo di inserire anche un link attivo